News

Comunità Laudato si’ di Pinerolo, in tanti alla presentazione

Cortile del seminario gremito (con distanziamento Covid) il 3 settembre a Pinerolo per la serata in cui si è tenuta a battesimo la Comunità Laudato si’

Cortile del seminario gremito (con distanziamento Covid) il 3 settembre a Pinerolo per la serata in cui si è tenuta a battesimo la Comunità Laudato si’ di Pinerolo. A illustrare l’iniziativa il Vescovo, Derio Olivero e il coordinatore pinerolese della comunità di Pinerolo (di cui sono fondatori la Diocesi, l’Acea pinerolese e L’Eco del Chisone) don Paolo Scquizzato. Ospite d’eccezione il fondatore di Slow Food e grande iniziatore delle Comunità, ispirate all’omonima enciclica di Papa Francesco Laudato si’. Petrini con la sua solita verve ha raccontato i motivi della sua adesione all’iniziativa e anche del suo rapporto di amicizia con Papa Francesco. «Mi ha definito un agnostico pio – ha raccontato – un ruolo in cui mi ritrovo».

La Comunità risponde alla chiamata alla responsabilità fatta da Papa Francesco alle istituzioni, alle famiglie, ai singoli, alla società civile tutta (cattolici e non) per farsi parte attiva per il bene comune, generando processi virtuosi per preservare, curare e custodire la Terra, Casa comune.

Scopo delle Comunità a cui tutti possono aderire, riunire in ogni territorio persone pronte a spendersi per la propria comunità, superare l’indifferenza, coniugare difesa dell’ambiente e impegno sociale per una nuova economia che ponga al centro quella che è stata definita ecologia integrale (uomo e ambiente). Alla serata era presente una delegazione della neo nata Comunità di Fossano, città di cui Derio Olivero è stato vescovo prima di assumere l’incarico a Pinerolo. Chi volesse aderire alla Comunità di Pinerolo può scrivere  pscquizzato@gmail.com o telefonare al 348/8989112.

Previous ArticleNext Article