Le Comunità Laudato si’, News

Nasce la Comunità Laudato si’ di Trento

Altri arrivi in casa Comunità Laudato si’! La Comunità di Trento nasce come gruppo spontaneo e risulta eterogeneo per età, sesso e contesti di provenienza

Altri arrivi in casa Comunità Laudato si’! La Comunità di Trento nasce come gruppo spontaneo e risulta eterogeneo per età, sesso e contesti di provenienza. L’avvicinamento al progetto delle Comunità Laudato si’ voluto da Slow Food e Chiesa di Rieti avviene a seguito del percorso di vita, della formazione personale, e talvolta anche professionaledi ciascun componente.

Fin dall’inizio la costituzione del gruppo è stata seguita e sostenuta dalla Diocesi di Trento, in particolare dall’area “Testimonianza e Impegno Sociale”.

In quanto agli ambiti di intervento la Comunità di Trento aspira a diventare un riferimento – o quantomeno un interlocutore riconosciuto – provando a fare da ponte tra le varie realtà che ruotano e si muovono attorno alle tematiche di cura e custodia della Terra. In particolare, in un’ottica di approfondimento della conoscenza di tali tematiche, il gruppo volge a rielaborare e riflettere al proprio interno (non dimenticando l’assunzione in prima persona di stili di vita responsabili e sostenibili), ed aspira ad allargare ed entusiasmare così anche l’esterno, affinché l’ecologia integrale si imponga come tema rilevante nella società trentina.

In un’ottica di servizio, si propone poi di impegnarsi in ambito educativo, informativo, di testimonianza e solidale. Sulla base degli ambiti di intervento, la neonata Comunità auspica di diventare un interlocutore valido ed efficace nella realizzazione di percorsi educativi per le scuole di ogni grado, nel costruire e pensare interventi in ambito di testimonianza e catechesi verso tutte le fasce d’età, nonchè nel proporre contenuti e costituire una sorta di “finestra informativa” periodica sulla stampa e negli organi di informazione locali.

Inoltre, il gruppo si impegna ad effettuare atticitò di sensibilizzazione e di racconto di buone pratiche, di condividere e vivere anche la dimensione solidale e di attenzione alle fragilità della persona in ottica di ecologia integrale.

Previous ArticleNext Article